Il quartiere di Isola è uno dei più pittoreschi e storici in città ed è stato uno dei primi ad ospitare l’espressività di street artist milanesi ed internazionali.

Nato come quartiere operaio con un grande senso di appartenenza e separato dal resto della città, è il luogo in cui maggiormente si sono concentrate opere di una cultura e di un'arte alternativa, a partire dagli anni Novanta.

Passeggiando per le caratteristiche vie si possono trovare ovunque le tag, che rappresentano le basi del graffito come forte forma di espressione, di identità e di tentativo di conquista degli spazi da parte dei writer.

Le firme, trasformate spesso in segni indecifrabili con una grande attenzione all'evoluzione dello stile, creano un linguaggio urbano unico, che trasforma le strade in un'enorme tela bianca.

Non solo graffiti, ma a Isola si trovano anche notevoli opere di street art e interi edifici dipinti.

L'autoricambi in via della Pergola o il popolare bar Frida sono stati reinterpretati completamente dallo sguardo di Zibe, Ozmo, 2501, Willow e tanti altri, creando risultati sorprendenti che restituiscono una visione completamente diversa della quotidianità.

In ogni angolo ci aspettano delle sorprese anche di piccole dimensioni: cassette dell’energia trasformate in personaggi dei cartoon da Pao, orecchie giganti che ci ascoltano create dagli Urbansolid, profondi ritratti di C215 che ci osservano da cassette della posta, occhi che ci osservano, pesci che nuotano, curiosi personaggi che vivono avventure fantastiche..

Tantissime tecniche e stili differenti ci permettono di conoscere più da vicino i protagonisti e di partire per una interattiva caccia al dettaglio.. il consiglio è di guardare ovunque, perfino sotto i piedi!

Ti aspettiamo alle nostre visite, per un approfondimento scopri anche la nostra "Visita al telefono" dedicata a Isola.